Quali sono i Vantaggi del Welfare per l’azienda e i dipendenti?

Con un piano di Welfare Aziendale, il datore di lavoro potrà offrire alla generalità dei suoi lavoratori (o a categorie specifiche) alcuni beni o servizi cogliendo le recenti opportunità di detassazione offerte dal legislatore: il dipendente vedrà aumentare il proprio potere di acquisto a fronte di una spesa esente da imposizione contributiva e fiscale anche nei confronti dell’azienda.

Quali servizi possono essere forniti dall’azienda o rimborsati?*

  • Rimborso delle spese per l’iscrizione e la frequenza di scuole, dall’asilo nido fino ai master universitari;
  • Rimborso delle spese per campus estivi, vacanze studio, gite scolastiche, ludoteche;
  • Rimborso degli interessi pagati sui prestiti e sui mutui;
  • Rimborso di spese mediche come odontoiatria, farmaci e ticket ospedalieri ad integrazione dei fondi di categoria;
  • Rimborso di spese per assistenza agli anziani e per servizi di baby sitting;
  • Abbonamenti al trasporto pubblico per lo spostamento casa-lavoro;
  • Voucher-beni-servizi-consumo;
  • Voucher spendibili in un ampio catalogo di beni e servizi di consumo: ad esempio, buoni carburante e buoni per la spesa al supermercato;
  • Viaggi vacanza, cofanetti regalo, terme;
  • Spese ricreative: palestre,  cinema, etc.

*l’elenco dei servizi è a titolo esemplificativo e non esaustivo

Come fare per attivare il Welfare nella propria azienda?

Per godere del regime di detassazione, occorre stilare un regolamento o un accordo aziendale di Welfare.

Ci sono vantaggi del Welfare Aziendale per aziende in crisi?

In presenza di un accordo, datore di lavoro e lavoratore possono rinunziare a trattamenti di superminimo (diritto che è nella piena e indiscutibile disponibilità delle parti) a fronte di piani di welfare di specifico interesse per i lavoratori.

 

Richiedi maggiori informazioni